Consigli per gestire il diabete di tipo 1

  • Ipoglicemia

    Dì ai tuoi amici che hai il diabete e spiega cosa devono fare nel caso che tu non stia bene.

    Alcol Informa i tuoi amici
  • Consumo ragionevole di alcolici

    • In Italia è vietata la somministrazione di alcolici ai minorenni;
    • Le indicazioni per il consumo di alcol nei soggetti con diabete di tipo 1 non si discostano da quelle per la popolazione generale, e raccomandano non più di 2 unità circa di alcol al giorno;
    • 1 unità alcolica corrisponde a 8 gr, equivalente a un bicchiere di vino a media gradazione, oppure una lattina di birra a media gradazione oppure un bicchierino di superalcolico da 40 ml;
    • Bevi con moderazione e usa la testa.

  • Carboidrati

    • Se consumi moderate quantità di alcol, per esempio una birra con la pizza o un bicchiere di vino al pasto, la bevanda va conteggiata nel calcolo dei carboidrati.
    • Non bere mai a stomaco vuoto perché gli effetti dell’alcol si sentono più rapidamente. Se bevi a digiuno, mangia qualcosa subito dopo.

    Alcol Informa i tuoi amici
  • Gli effetti dell'alcol

    • L'alcol può abbassare il livello di zucchero nel sangue diverse ore, anche dopo il suo consumo e, quindi, potenzialmente ridurre la glicemia durante la notte o la mattina successiva;
    • E' importante misurare il livello di zucchero nel sangue prima, durante e dopo il  consumo per determinare gli effetti dei diversi tipi di bevande alcoliche sulla glicemia;
    • Gli alcopop (Breezers) sono molto dolci;
    • Bere alcol può alterare il giudizio e non si può capire che sei in crisi ipoglicemica;
    • Se si ha una ipoglicemia a causa di consumo di alcol, la capacità del corpo di rispondere sarà notevolmente ridotta.

    Alcol Alimenti e bevande
  • Non guidare se hai bevuto!

    • Bevi con moderazione ed usa la testa! Non guidare dopo aver bevuto!
    • Quando consumi delle bevande alcoliche, assicurati di mangiare dei carboidrati complessi (pane, biscotti, cracker...) prima e dopo aver bevuto, ma soprattutto prima di andare a letto;
    • Non bere mai a stomaco vuoto perche gli effetti dell’alcol si sentono piu rapidamente. Se bevi a digiuno, mangia qualcosa subito dopo.

    Alcol Alimenti e bevande
  • Introduzione

    L'ingresso alla scuola superiore rappresenta una nuova fase. C'è chi non vede l'ora e altri che vivono questo momento con un po' di ansia.  La cosa importante è  parlarne con il tuo diabetologo per pianificare  una buona partenza e gestire il diabete in modo indipendente.

    Diabete e scuola /
  • Il controllo della glicemia

    Controllare la glicemia è l’unico modo per sapere come vanno le cose ed eventualmente, per effettuare correzioni (di ipo/iperglicemie).

    • Non devi vergognarti se ti capita di provare la glicemia in classe; nel caso chiedi di poter fare i controlli glicemici in un luogo più riservato;
    • - Il controllo della glicemia è importante soprattutto prima di un pasto (merenda o pranzo), o se ti senti in ipoglicemia.

    Diabete e scuola Glicemia
  • Calcolo dei carboidrati

    • Non sempre è facile capire quanta insulina fare prima dei pasti, specialmente quando non si sa prima cosa mangeremo, ad esempio alla mensa scolastica. Il calcolo dei carboidrati può aiutarti a decidere la dose di insulina più adeguata per il pasto;
    • E’ utile sapere quanti carboidrati ci sono in 100 gr di prodotto, ma a volte dovrai fare delle proporzioni per sapere quanti carboidrati ci sono in porzioni
      più piccole o più grandi di 100 g;
    • Per utilizzare correttamente il calcolo dei carboidrati devi, inoltre, conoscere quanti carboidrati sono ‘metabolizzati’ da 1 unità di insulina (rapporto
      insulina/carboidrati) e quanti mg/dl di glicemia vengono abbassati da 1 unità di insulina (fattore di correzione). Questi parametri sono individuali,
      parla con il tuo medico per conoscere i tuoi.

    Diabete e scuola Alimenti e bevande
  • L'insulina

    Ricordati che prima di ogni pasto devi farti l’insulina. Perciò se a pranzo mangi a scuola, regolarmente, o saltuariamente, non dimenticarti mai di fare l’insulina.

    Diabete e scuola Aghi ed iniezioni
  • Le ipoglicemie

    • Se la glicemia scende troppo (meno di 70 mg/dl), potresti avere un’ipoglicemia;
    • Potresti  avere un’ipoglicemia se hai fatto troppa insulina rispetto a quella necessaria, se hai mangiato meno del solito, o se ti sei “mosso” più del solito;
    • L'ipoglicemia deve essere corretta il prima possibile;
    • Parla ai tuoi compagni e insegnanti del tuo diabete, possono aiutarti quando hai bisogno.

    Diabete e scuola Informa i tuoi amici
  • Esami

    Quando hai un compito in classe o un’interrogazione le tue glicemie potrebbero subire un rialzo, dovuto allo stress. La tensione rilascia gli ormoni dello stress, come  l’adrenalina, che hanno un effetto iperglicemizzante.

    Diabete e scuola Informa i tuoi amici
  • Bullismo

    Il bullismo è purtroppo un fenomeno che si può presentare, soprattutto in età adolescenziale. Se sei sottoposto a scherzi pesanti e/o a veri atti di bullismo chiedi aiuto a qualcuno di cui ti fidi e che ti possa aiutare ad uscire da questo problema.

    Diabete e scuola Raccomandazioni
  • Gite scolastiche

    • Come tutti i tuoi compagni puoi partecipare alle gite scolastiche;
    • Ricordati di portare con te tutto il materiale necessario per la gestione del diabete: glucometro, insulina e qualcosa da mangiare per correggere eventuali ipoglicemie.

    Diabete e scuola Raccomandazioni
  • Educazione fisica

    È importante misurare il livello di zucchero nel sangue prima, durante e dopo l'esercizio. Usa il buon senso e buon divertimento! Per ulteriori informazioni, consulta la brochure esercizio fisico.

    Diabete e scuola Sport
  • Parlane con i tuoi amici

    Non sentirti in imbarazzo se hai il diabete. Parlarne con qualcuno di cui ti fidi: può esserti di aiuto e questa persona potrà starti vicino se ne avrai bisogno. Sarai tu a dettare i tempi di quando dirlo e a chi dirlo.

    Diabete e scuola Informa i tuoi amici
  • Consigli

    Durante la pubertà, lo sviluppo fisico è uno dei primi dal punto di vista cronologico ed è visibile anche da parte dell’osservatore esterno.
    Il diabete di per sè, pur potendo comportare alcuni problemi della sfera sessuale, legati a possibili complicanze, non riduce il tuo interesse verso la sfera sessuale, che va quindi affrontata con il tuo team curante  al fine di poter sempre fare scelte responsabili e consapovoli soprattutto verso te stesso.

    Rapporti sessuali Informazioni
  • Preservativi

    Il preservativo è l’unico metodo contraccettivo che protegge sia da possibili gravidanze che da malattie a trasmissione sessuale.

    Rapporti sessuali Informazioni
  • La pillola anticoncezionale

    Prima di usare la pillola anticoncezionale, fai una visita dal ginecologo, che potrà indicarti la formulazione migliore per te e ti indicherà tutti gli esami necessari da fare prima e durante il loro utilizzo.

    Rapporti sessuali Informazioni
  • La pillola del giorno dopo

    Se hai avuto un rapporto sessuale non protetto o hai avuto problemi con il preservativo, e hai paura di rimanere incinta (o che la tua compagna resti incinta), rivolgiti al medico per informarti sulla pillola del giorno dopo. Il farmaco può essere assunto fino a 72 ore dopo il rapporto sessuale. La pillola del giorno dopo deve essere un’eccezione, non la consuetudine.

    Rapporti sessuali Informazioni
  • Rapporti sessuali

    Avere un rapporto sessuale è come svolgere un’attività fisica: potresti avere bisogno di assumere più carboidrati, per prevenire un’ipoglicemia.

    Rapporti sessuali Informazioni
  • Candidosi

    La candida non è considerata una malattia a trasmissione sessuale, ma può essere trasmessa durante un rapporto sessuale e può essere più frequente nelle persone con diabete.

    Rapporti sessuali Informazioni
  • Contraccezione

    Tutte le forme di contraccezione sono adatte anche in chi ha il diabete. Sentiti libero di parlare con il tuo medico di metodi contraccettivi.

    Rapporti sessuali Informazioni
  • Prepararsi ad una gravidanza

    • Utilizza un metodo contraccettivo fino a quando non decidi di avere un bambino;
    • Pianificare la gravidanza può rendere più facile raggiungere l’obiettivo e riduce il rischio del feto di avere malformazioni;
    • Se decidi di avere un bambino parlane al tuo diabetologo.

    Rapporti sessuali Glicemia
  • Pensi di essere incinta?

    Come esserne sicuri? Puoi acquistare un test di gravidanza al supermercato o in farmacia o richiederne uno al tuo medico. Se pensi di essere in stato interessante, contatta il tuo diabetologo. Durante la gravidanza, il diabete dovrà essere maggiormente controllato per la salute tua e del bambino.

    Rapporti sessuali Informazioni
  • Se sei incinta

    Parlane con una persona di fiducia, la tua migliore amica o i tuoi genitori, per esempio. Rivolgiti al tuo diabetologo nel più breve tempo possibile perchè un controllo glicemico insufficiente potrebbe danneggiare la tua  salute e quella del tuo bambino. Durante la gravidanza il numero di prove glicemiche al giorno vanno aumentate, per tenere sotto controllo le glicemie. Inoltre parlane anche con la tua dietista: è importante avere una alimentazione sana.

  • Perché fare esercizio fisico?

    Fare esercizio fisico è importante per avere uno stile di vita sano. L’attività fisica non va impedita alle persone con diabete, anzi è parte della terapia.

  • Quale sport praticare?

    Puoi praticare sport sia a livello agonistico, che amatoriale. Esistono molti sport (calcio, basket, nuoto, pallavolo, ciclismo...), scegli quello che preferisci. Sono sconsigliati solo gli sport praticati in solitudine e pericolosi per il rischio delle ipoglicemie.

    Sport Glicemia
  • I benefici dell'esercizio fisico

    • Migliore controllo metabolico, perché ti aiuterà ad utilizzare meglio il glucosio;
    • Riduce i valori dei trigliceridi e di colesterolo totale nel sangue, aumentando il colesterolo HDL (detto colesterolo buono);
    • Ha un ruolo preventivo sui rischi di complicanze micro e macroangiopatiche;
    • Aiuta a sfogare la tensione accumulata durante la vita quotidiana;
    • Trovare nuovi amici;
    • Nei giochi di squadra imparare a lavorare in team;
    • Sentirsi meglio con sè stessi.

    Sport Benessere
  • Esercizio fisico e controllo glicemico

    • Avvisa il tuo allenatore, e se ti va anche i tuoi compagni di squadra (o solo alcuni di essi);
    • Prima di iniziare l’attività fisica controlla il valore della glicemia;
    • Controlla la glicemia anche al termine dell’esercizio;
    • L’esercizio fisico può causare ipoglicemie anche tardive, soprattutto di notte.

    Sport Glicemia
  • Suggerimenti per combinare l'attività fisica e il diabete

    Spiega al tuo allenatore e ai tuo compagni di squadra che hai il diabete. Ti potranno aiutare in caso di ipoglicemia.

    Sport Informa i tuoi amici
  • Suggerimenti per combinare l'attività fisica e il diabete

    • Porta sempre con te il materiale per la gestione del diabete (glucometro, insulina, qualcosa da mangiare in caso di ipoglicemia);
    • Se pratichi sport in un centro sportivo (piscina, campo di calcio, palestra...) lascia un kit di glucagone presso la sede dove svolgi i tuoi allenamenti.

    Sport Raccomandazioni
  • Suggerimenti per combinare l'attività fisica e il diabete

    • Non fare sport se sei malato;
    • Se hai chetoni nel sangue o nelle urine, evita l’attività fisica.

    Sport Raccomandazioni
  • Suggerimenti per combinare l'attività fisica e il diabete

    Valuta l’effetto delle variazioni delle dosi di insulina e dell’alimentazione. Se lo schema che segui non riesce a controllare le glicemie legate allo sport, devi valutare altre possibilità di gestione del diabete, al fine di trovare la soluzione migliore, che ti permetta di praticare sport senza influenzare le glicemie.

    Sport Glicemia
  • Attività fisica e perdita di peso

    Prima di fissarti come obiettivo quello di perdere peso, parlane al tuo medico. Potresti non averne bisogno.

    Sport Alimenti e bevande
  • Che cosa è il diabete di tipo 1?

    • Il diabete di tipo 1 si ha quando il corpo non produce più insulina;
    • Ad un certo punto l'organismo non riconosce più come sue le cellule che producono insulina e le attacca fino a distruggerle tutte (o quasi). Questo processo di difesa si chiama 'autoimmunitario' perchè il corpo è come se attaccasse sè stesso;
    • Avere il diabete di tipo 1 non è colpa di nessuno (tantomeno tua o dei tuoi genitori) e non è legato a quello che hai mangiato prima dell’esordio del diabete.

    Diabete di tipo 1 Glicemia
  • A cosa serve l'insulina?

    • L’insulina è una sostanza importantissima, anzi vitale. Infatti è l’unica sostanza del nostro organismo che permette alle cellule di usare il glucosio come carburante;
    • Il glucosio viene prodotto durante la digestione dei carboidrati. Per convertire il glucosio nel cibo in energia, il nostro corpo ha bisogno di insulina. L'insulina è prodotta  nel pancreas e permette al glucosio nel sangue di entrare nelle cellule del corpo per fornire energia. Senza l'insulina, il glucosio rimane bloccato nel sangue e non ci può portare l'energia di cui abbiamo bisogno;
    • In chi non ha il diabete il pancreas rilascia l’insulina in base ai valori di glucosio nel sangue (glicemia) al fine di mantenere valori che si discostano poco dalla normalità per tutta la giornata. Dopo mangiato la glicemia aumenta e questo stimolo fa si che il pancreas produca più insulina, proprio per mantenere questo equilibrio. Tu che hai il diabete, per evitare fluttuazioni esagerate della glicemia, devi iniettarti l'insulina dall'esterno.

  • Cosa succede quando non abbiamo abbastanza insulina?

    Quando il pancreas non produce l'insulina necessaria, il glucosio rimane bloccato nel sangue e il livello di  zucchero nel sangue aumenta. Ciò può avvenire anche gradualmente, ma alla fine il livello di glucosio nel sangue e troppo elevato e così filtra nell'urina. I reni reagiscono. I reni rispondono a questo elevata quantità di glucosio aumentando la diuresi, questo porta a due sintomi del diabete di tipo 1: bere tanto e fare tanta pipì.  Se il glucosio presente nel sangue non può essere utilizzato per  fornire energia al corpo, allora quest'ultimo deve trovare fonti di energia alternative e attinge alle sue scorte, cioè il grasso.

    Diabete di tipo 1 Glicemia
  • Diabete di tipo 1

    • La terapia del diabete di tipo 1 si basa su 3 pilastri: terapia insulinica, alimentazione ed attività fisica;
    • Se controlli bene il tuo diabete (facendo una terapia adeguata) starai bene e potrai spostare il più lontano possibile nel tempo le probabilità di sviluppare complicanze tipiche come danni agli occhi, reni, nervi, vasi sanguigni.

    Diabete di tipo 1 Raccomandazioni
  • Diabete di tipo 2

    • La maggior par te delle persone con diabete, adulte e anziane, hanno invece il diabete di tipo 2, ma qualche volta si presenta anche in ragazzi e giovani adulti;
    • Il diabete di tipo 2 si ha quando il corpo continua a produrre insulina, ma i livelli di glucosio nel sangue aumentano perché non produce insulina in quantità sufficiente oppure perché quella prodotta non lavora correttamente.

    Diabete di tipo 2 /
  • Cosa si intende per buon controllo?

    • Se il diabete è ben controllato, si può stare bene, crescere bene e vivere come gli altri bambini / ragazzi della tua età. Per un buon controllo della glicemia, si intende quando i livelli di glucosio nel sangue sono simili a quelli  nelle persone che non hanno il diabete;
    • Se gestisci bene il tuo diabete non ti sarà inoltre impedito di svolgere nulla che i tuoi coetanei possono fare.

    Diabete di tipo 1 Glicemia
  • Stoccaggio insulina e smaltimento degli aghi

    Le cartucce di insuline o le penne pre-riempite dopo il primo utilizzo, possono essere conservate fuori dal frigo per 28 giorni quando la data di scadenza non è stata raggiunta e la temperatura esterna non è troppo elevata L'insulina non in uso può essere conservata in frigorifero, fino alla data di scadenza, ad una temperatura tra i 2 e gli 8 gradi

    È importante non somministrare l’insulina sempre nella stessa zona (è importante
    cambiare sede per evitare che si formino le lipodistrofie). Prima di ogni iniezione ricorda di disinfettare la zona dove somministrerai l’insulina e di cambiare sempre l’ago (anche quello del pungidito).

    Diabete di tipo 1 Aghi ed iniezioni
  • Scegli il professionista giusto

    Rivolgiti ad un centro esperto e di qualità, meglio se certificato da un punto di vista sanitario.

    Tatuaggi e piercing Sicurezza
  • Controllo della glicemia

    Cerca di fare il tatuaggio o il piercing quando il tuo controllo glicemico è ottimale.

    Tatuaggi e piercing Glicemia
  • Parlane con il tuo diabetologo

    Se dopo aver fatto un piercing o un tatuaggio non ti senti molto bene o pensi di avere un'infezione, parlane con il tuo diabetologo che ti aiuterà a trattarla nel modo migliore. In caso di infezione controlla più frequentemente la glicemia e il livello di chetoni nel sangue e nelle urine, in modo da evitare una possibile chetoacidosi diabetica.

    Tatuaggi e piercing Sicurezza
  • Infezioni

    In caso di infezione controlla più frequentemente la glicemia ed effettua anche un controllo dei chetoni nel sangue o nelle urine. Se il livello di glucosio o di chetoni è alto, contatta il tuo medico.

    Tatuaggi e piercing Glicemia
  • Curare le infezioni

    Se la zona del piercing è infetta, molto probabilmente, dovrai rimuoverlo per curare l'infezione.

    Tatuaggi e piercing Sicurezza